8 aprile 2014

La zangola per fare il burro

Questo attrezzo era proprio indispensabile per farsi il burro in casa.
In alto: il Bauer del Gasperer Hof mentre aziona la zangola nella Stube, nella Maulser
Tal/Valle di Mules, presso Vipiteno.
Sotto: una zangola fissa, incastonata nel corridoio a fianco della stalla dell'Hofila
Hof  a Mühlwald/Selva dei Molini, nellavalleomonima, tributaria della Taufer Tal/Val
di Tures e infine un esempio di zangola rotante a botte azionata da una manovella.
Ricavare il burro dal latte non era difficile, ma richiedeva tempo e fatica.
Bisognava innanzitutto dividere la panna dal latte cosa che av-veniva semplicemente lasciando riposare il latte appena munto: la panna risaliva alla superficie.
Nel frattempo, soprattutto d'in-verno, si scaldava la zangola con acqua calda. Tolta l’acqua si versava la panna filtrandola con una tela grezza.
Si metteva il coperchio e con il movimento di su e giù del pi-stone si sbatteva la panna fino a che si consolidava. Per tutto ciò occorreva circa un’ora.
Arrivati a questo punto si colava il siero, destinandolo al maiale o ad altri usi. Si aggiungeva poi acqua fredda, e si sbatteva an-cora un po' per l'indurimento finale.
Si passava poi a dare le forme desiderate con uno stampo in legno. Si lasciava riposare al fresco per un giorno ed il burro era pronto per la cucina.
"Su al maso Gasperer, i suoi vecchi genitori facevano il burro battendo la panna in una zangola cilindrica che  tenevano fra le ginocchia."
(Aldo Gorfer, "Gli eredi della solitudine", Cierre Edizioni, Sommacampagna (VR), 2003, pag. 126)

2 commenti:

  1. Sono andato a curiosare nel tuo blog e subito m'è caduto l'occhio sui pomodori verdi, li faccio anch'io ma più semplici e senza olio.Poi d'inverno li uso per condire quelli del supermercato, così gli danno un po' di nervo:
    http://cipputiblog.blogspot.it/2010/11/insalata-di-pomodori-verdi-in-barattolo.html#.Vl89PPkveUk

    RispondiElimina