10 novembre 2014

Marmellata "de amoi"

Una conserva dolce fatta con le susine selvatiche.
marmellata de amoi
Il Mirabolano, forse più noto come Amolo, è una pianta selvatica che produce
piccole prugne tondeggianti. I frutti sono piccoli e molto aspri, diventano dolci
solo quando sono completamente maturi ed erano usati per preparare la mar-
mellata de àmoi, da conservare per i mesi invernali. La marmellata de àmoi
riesce bene se preparata con frutti non troppo maturi e quando non viene fatta
bollire troppo a lungo
L'amolo: in dialetto trentino i suoi frutti asprigni erano noti come àmoi, in Lombardia come maribülan e una volta ne erano piene le campagne, sia nella versione con i frutti gialli o verde chiaro che in quella con i frutti rossi che sembrano ciliegie.
La pianta delle susine chiare utilizzate per confezionare non ha bisogno di essere incalmata e nasce spontaneamente dal seme contenuto nel nocciolo.
E' una pianta rustica e quasi infestante si presta bene ai climi freschi delle vallate alpine e viene oggi usata in agricoltura come portainnesto.

Nessun commento:

Posta un commento