20 maggio 2012

Il ciclo dei mesi di Torre Aquila a Trento - l'estate

Il "Ciclo dei mesi" è una composizione di pitture a fresco realizzata sulle pareti interne della Torre Aquila, facente parte della cinta muraria cittadina duecentesca di Trento. Fu realizzata sotto il governo del principe-vescovo Giorgio di Liechtenstein agli inizi del 1400, con evidenti intenti agiografici. Si compone di undici quadri, uno per ciascun mese, con l'eccezione di marzo, andato perduto.ciclo_dei_mesi
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Luglio: la rappresentazione pittorica è imperniata sulle attività legate alla fienagione che prevedeva il taglio dell'erba, la sua essiccazione in loco, il trasporto fino ai fienili.
I contadini intenti a falciare, rastrellare e rivoltare il fieno sono rappresentati con realismo.
Tutti gli strumenti agricoli, le falci, i rastrelli, i forconi a tre denti, gli astucci per portare la cote sono chiaramente descritti. I contadini sono ritratti nell'atto di falciare, rifare il filo alla falce, rivoltare il fieno.
Il richiamo alle attività stagionali dei nobili si limita all'offerta del falco alla dama nei pressi di una elegante dimora nobiliare.




▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Agosto: le attività legate alla mietitura dei cereali dominano la composizione.
 Nel campo di grano quattro contadini falciano le spighe mentre altri le legano in fascio e ne fanno cataste.
Una strada percorsa da carichi di balle di frumento.
La strada va a un villaggio di capanne con tetti in paglia dove il grano viene ammucchiato nei granai.
 La vita dei nobili è evocata solo dalla presenza delle due dame che si intrattengono con un signore dedito alla falconeria.







▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Settembre: aratura e preparazione del terreno, raccolta dei prodotti stagionali.
 Due contadini conducono un aratro trascinato da una coppia di buoi e una di cavalli mentre una donna si affaccenda con la zappa per sistemare i solchi tracciati.
Una contadina raccoglie rape in un campo
 Per i nobili è la stagione della caccia col falco; due dame e un cavaliere lasciano un castello per raggiungere i due nobili già impegnati, in alto, nella attività venatoria.

Nessun commento:

Posta un commento