19 maggio 2012

Il ciclo dei mesi di Torre Aquila a Trento - l'autunno

Il "Ciclo dei mesi" è una composizione di pitture a fresco realizzata sulle pareti interne della Torre Aquila, facente parte della cinta muraria cittadina duecentesca di Trento. Fu realizzata sotto il governo del principe-vescovo Giorgio di Liechtenstein agli inizi del 1400, con evidenti intenti agiografici. Si compone di undici quadri, uno per ciascun mese, con l'eccezione di marzo, andato perduto. ciclo_dei_mesi
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Ottobre: la vendemmia, la spremitura dell'uva, la cura del mosto dominano la scena.  Per spremere l'uva due contadini azionano l'albero a vite di un complesso torchio che viene descritto con grande precisione e fedeltà.

Il peso dell'assillante lavoro nei campi proseguiva fino ad ottobre. L’autunno portava alcuni lavori durante i quali ci si divertiva, per esempio l'affettatura dei cavoli per la preparazione dei crauti, e la gramolatura della canapa.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Novembre: nella città che apre le sue porte agli uomini e ai prodotti del contado si concentrano molte attività.
 I porcari fanno entrare il gregge mentre i monti sono battuti da da cacciatori impegnati con l'orso e l'orsa con i suoi piccoli è circondata dai cani.

Dopo San Martino (11 novembre) le serve cominciavano di nuovo a filare e gli uomini a trebbiare. La trebbiatura doveva essere finita per l'Epifania, al massimo per la Candelora.
▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬▬
Dicembre: far legna nei boschi e prepararsi per l'inverno.
Sui monti sono al lavoro i taglialegna con scuri, asce e accette mentre altri li legano la legna da ardere in cataste che e poi caricano sui carri.
 I carri di legna provenienti dal contado entrano in città dalle porte daziarie, tirati da coppie di buoi. Il freddo delle giornate preannuncia l'inverno.  Il corso d'acqua che alimenta il mulino poco fuori le mura cittadine sottolinea la circolarità dei cicli stagionali.

L'affresco non riporta una delle più importanti attività autunnali e cioè la trebbiatura dei cereali forse perchè, avvenendo presso le abitazioni del contado, non era in relazione diretta con i ceti nobiliari e cittadini.

Nessun commento:

Posta un commento